riproduzione di nave vichinga che naviga in norvegia

Viaggio nei Fiordi Norvegesi

In Norvegia ci sono più di 1.000 fiordi molti dei quali circumnavigati frequentemente da navi da crociera.

Per tale motivo, non sorprende che i turisti si chiedano che cosa siano, perché meritano una visita e quali eventualmente scegliere. Le risposte in tal senso non mancano; infatti, in primis va detto che viaggiare in Norvegia significa ammirare i fiordi in tutta la loro naturale bellezza; infatti, si tratta di strette insenature dell’oceano tra le scogliere e che si formano quando i ghiacciai si ritirano, permettendo al mare di riempire lo spazio rimanente.

In secondo luogo, vederli ed esplorarli è un elemento della lista dei desideri per molti, poiché sono davvero magici. Scegliere i fiordi norvegesi non è difficile in quanto molti sono accessibili in auto o in barca, e il periodo migliore per ammirarli è sicuramente quello della cosiddetta stagione vichinga che va da ottobre ad aprile, ossia in un periodo che tende a farli apparire con un carattere completamente diverso.

Visitare i fiordi norvegesi è tra l’altro gratificante poiché riesci a guardare come il tempo mutevole influisce sulla struttura dei paesaggi e cambia il tuo umore.

I fiordi cristallini sono avvolti dalla nebbia e le cime delle montagne ricoperte di neve. Inoltre le coste in questi otto mesi rimangono spesso spoglie e i fiordi privi di ghiaccio, a causa delle acque temperate della corrente del golfo. Tutto ciò, ti permette di ammirarli con un silenzio che rende l’atmosfera mistica, quasi fiabesca e che si insinua in modo indelebile nella tua mente.

Scopri l’affascinante storia vichinga

I Vichinghi hanno segnato per sempre il Nord Europa, e i numerosi resti della loro cultura possono trasformare la tua vacanza in un’avventura indimenticabile.

L’era vichinga infatti iniziò nell’anno 793 con un attacco al monastero di Lindisfarne in Inghilterra, che è la prima incursione conosciuta.

L’evento che segna la fine dei loro giorni di gloria è invece l’uccisione del re Harald Hardrada nella battaglia di Stamford Bridge nel 1066.

Incursioni, saccheggi, colonizzazione e commercio portarono tuttavia i Vichinghi in molte destinazioni nel mondo allora noto e oltre.

All’inizio, solo pochi vichinghi marinai sopravvissero ai duri viaggi, ma le flotte crebbero nel tempo e presto ci furono centinaia di navi tipiche che ancora oggi in alcuni musei norvegesi potrai ammirare incredibilmente intatte o fedelmente ricostruite. Con questi mezzi navali, i vichinghi navigarono attraverso il Mar Baltico e lungo i fiumi russi fino al Mar Nero e al Mar Caspio raggiungendo persino Bisanzio e il Califfato di Baghdad.

I vichinghi furono tra l’altro anche i primi europei a raggiungere il Nord America; infatti, alcuni storici asseriscono che l’esploratore vichingo Leiv Eiriksson arrivò sulle sue coste intorno all’anno 1000 ossia 500 anni prima di Cristoforo Colombo.

riproduzione di nave vichinga che naviga in norvegia

Cosa fare nei fiordi norvegesi?

I paesaggi suggestivi dei fiordi e creati da madre natura costituiscono un parco giochi naturale per divertenti attività sulla neve come lo sci, le ciaspolate e la pesca invernale.

Viaggiare in Norvegia significa anche visitare città e piccoli paesi che offrono numerosi ristoranti e trattorie che servono specialità locali a base di ingredienti di stagione. In tutta la regione, ci sono poi svariate opportunità per saperne di più sulla cultura e la storia delle persone della Norvegia dei fiordi discendenti dei Vichinghi.

Pianificare la tua vacanza in terra di Norvegia, significa anche fare dell’escursionismo e alloggiando magari in hotel situati proprio sull’acqua e che ti offrono offre ottimi servizi, tra cui il noleggio gratuito di biciclette e kayak.

Tra le altre cose da fare in occasione di una vacanza tra i fiordi norvegesi, c’è anche un tour in gommone da noleggiare con conducente nel suggestivo porto di Eidfjord e che include visite turistiche, osservazione degli animali e una guida esperta che ti condurrà attraverso la storia della zona.

Per il tuo tempo libero puoi infine optare per andare in kayak attraverso l’Eidfjord con un insegnante e una guida esperti, oltre a conoscere l’area circostante.

Quali fiordi scegliere?

In occasione di una vacanza tra i fiordi norvegesi, c’è l’imbarazzo della scelta; infatti, ce ne sono alcuni molto rinomati e altri che invece si trovano alla fine di tutti gli altri come ad esempio il Geirangerfjord che è il più conosciuto e visitato della Norvegia.

Anche un altro fiordo e precisamente il Hardangerfjord merita tuttavia una visita e per una serie di validi motivi che di seguito ti elencheremo. Premesso ciò, vediamo nel dettaglio perché ti consigliamo in modo particolare di puntare su questi due fiordi.

Geirangerfjord: il fiordo di Frozen

Il Geirangerfjord a prima vista ti ricorderà il film Frozen e non ti sbaglierai; infatti, è proprio lui che appariva nella famosa pellicola animata.

Premesso ciò, devi altresì sapere che il Geirangerfjord è lungo 15 km e termina con il villaggio di Geiranger che potrebbe non esistere ancora a lungo, poiché si prevede che una parte della montagna di Åknesfjället cadrà presto nel fiordo, creando enormi onde che lo farebbero sparire del tutto. Per tale motivo, residenti e geologi tengono d’occhio lo stato della montagna.

Inoltre, devi sapere che su questo fiordo non ci sono linee elettriche, quindi potrai ammirarlo in tutta la sua naturale bellezza. Per raggiungerlo, non è tuttavia difficile; infatti, il Geirangerfjord si trova a circa tre ore da Ålesund nel paese di Møre og Romsdal.

Il Geirangerfjord fa parte inoltre del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO e non solo per il suo aspetto, ma perché ci sono un certo numero di fattorie abbandonate che si affacciano su di esso.

Se tuttavia le fattorie non fanno per te, l’area del Geirangerfjord ti offre comunque alcune cascate incredibili tra cui le amate Seven Sisters Falls (De Syv Søstrene) con una che supera i 250 metri di altezza.

riproduzione di nave vichinga che naviga in norvegia

Hardangerfjord: il primo fiordo esplorato!

riproduzione di nave vichinga che naviga in norvegia

Il fiordo che ha dato inizio a tutto è il Hardangerfjord e quindi è anche il più famoso della Norvegia.

Nel 1875, Tommaso Cuoco iniziò a organizzare tour da Londra all’Hardangerfjord, cementando il nuovo boom turistico della Norvegia e la mitologia degli incredibili fiordi del paese.

L’Hardangerfjord, tra l’altro è il secondo più lungo della Norvegia con una lunghezza di 179 chilometri e che parte dall’Oceano Atlantico e scorre lungo l’altopiano dell’Hardangervidda.

La regione inoltre ospita la formazione rocciosa conosciuta come Trolltunga (lingua del troll), una delle principali destinazioni degli escursionisti. 

Il fiordo termina a Odda, ossia un’affascinante cittadina da utilizzare magari come base per le tue avventure a piedi, in mountain bike o in kayak.

Sempre in riferimento a questo famoso ed imperdibile fiordo, va aggiunto che durante il tragitto in lunghezza troverai Folgefonna, il terzo ghiacciaio più grande della Norvegia, oltre a numerose cascate.

Infine devi sapere che questo fiordo è uno dei principali vivai di salmone e trote, e che in occasione di una vacanza potrai bere un sorso di Isklar ossia acqua ghiacciata imbottigliata e prelevata direttamente dal fiordo.

Articoli correlati

Egitto – viaggio nella storia

Egitto – viaggio nella storia

Leggende, storie antiche e affascinanti, bellezze naturali, un deserto sconfinato e la più bella barriera corallina del mondo. Siamo in Egitto, nella terra che congiunge l'Africa all'Asia e che da entrambe ha ereditato misteri e sacralità, cultura e fascino, avventura...

leggi tutto
Perù: fra tradizione e luoghi magici

Perù: fra tradizione e luoghi magici

Tutto ciò di cui avete bisogno per un viaggio in Perù è la curiosità. Questo Paese infatti ha una ricca e avventurosa storia da offrire. È una terra fatta di culture diverse e tradizioni, di riserve naturali e lingue autoctone, di tesori del patrimonio mondiale e di...

leggi tutto

Scarica la nuova App OffriViaggi

Clicca sul qr-code o inquadralo con la fotocamera del tuo cellulare.