riproduzione di nave vichinga che naviga in norvegia

USA West Coast: un viaggio fra città luccicanti e parchi naturali

Più di 1000 chilometri di viaggio, un percorso che attraversa stati, città, meraviglie della natura, magici parchi.

Un viaggio che parte dalla California, lungo la West Coast degli Stati Uniti. Da San Francisco a Los Angeles, per poi addentrarsi nello stato del Nevada, lì dove nel deserto del Mojave sorge Las Vegas e le sue sfavillanti luci, per poi lasciarsi cullare dalla pace dello Zion National Park e dalla magia del Grand Canyon in Arizona

La costa del Pacifico

La West Coast con il tempo ha assunto un significato molto più ampio, se prima ci si riferiva ad essa facendo riferimento ai soli stati che effettivamente si affacciavano sull’oceano Pacifico, oggi include oltre alla California anche le zone dell’Arizona, del New Mexico, del Nevada, dello Utah.

Mete perfette per un viaggio on the road che attraversa scenari e paesaggi diversi, perfino contrastanti tra loro, dalle spiagge assolate delle città costiere della California al deserto del Nevada, dai Parchi maestosi al silenzio e alle meraviglie del Grand Canyon.

Un viaggio impegnativo, ricco di tappe imperdibili, di fascino, di suggestione, da organizzare con cura, magari affidandosi a un’agenzia turistica che per esperienza e capacità sia in grado di non lasciare nulla al caso, di consigliare il periodo migliore per affrontare una simile indimenticabile esperienza, definendo orari, spostamenti, luoghi da visitare senza correre il rischio di perdere l’appuntamento con le magie della West Coast.

riproduzione di nave vichinga che naviga in norvegia

Si parte da

San Francisco

San Francisco è sicuramente una delle città più eccentriche del mondo, una località bellissima situata nell’omonima baia, caratterizzata da affascinanti saliscendi, un gioiello di città dove cominciare il vostro viaggio on the road.

La crescita e la fama di questa città si deve alla corsa all’oro che ha attraversato la California nella metà del 1800, dopo il terremoto che devastò il suo territorio, le fortune di San Francisco hanno ripreso a correre all’inizio del 1900, grazie all’emancipazione sociale e ai movimenti letterari e culturali che hanno lasciato tracce indelebili in molti quartieri della città.

Simbolo incontrastato della città di San Francisco è il famoso Golden Gate, il ponte rosso da percorrere assolutamente a piedi, in bicicletta o semplicemente in auto. Altra suggestiva tappa è l’isola prigione di Alcatraz, che tanto ha ispirato film di successo e visitabile con un tour apposito.

Los Angeles e Las Vegas, le città delle luci

Los Angeles, la città degli angeli, può attirarvi per molteplici motivi: la vita spumeggiante dei quartieri IN di Los Angeles come Bel Air e Beverly Hills, le spiagge di Santa Monica, il divertimento dei suoi immensi parchi giochi, primo fra tutti Disneyland, anche se la vita di questa città è indissolubilmente legata ai film di Hollywood nei quali è spesso immortalata e per questo i suoi principali e caratteristici luoghi turistici sono legati al mondo del cinema, come gli studi di Hollywood e la Walk of Fame.

Ma Los Angeles è anche apprezzabile per i suoi panorami suggestivi, e non solo quello da dove si può ammirare la scritta Hollywood, per le sue iconiche strade, i suoi musei sull’arte greca o su quella contemporanea e per il suo osservatorio, famoso per lo studio dello spazio, il Griffith Observatory.

Dalla vera e propria “coast” ci si addentra a questo punto verso i deserti del Nevada, dove nel nulla brillano le luci di Las Vegas. Una città decisamente fuori dal comune, dove l’ordinario è un elemento sconosciuto e a farla da padrone sono l’eccesso e il proibito. Las Vegas, anche nota con il nome di Sin City, è sinonimo di gioco d’azzardo, ricerca della felicità senza limiti né regole.

Las Vegas viene definitivamente annessa all’America settentrionale a fine Ottocento quando viene estromessa al Messico. E’ solo ad inizio 1900 che diventa città a tutti gli effetti e grazie alla costruzione della Diga Hoover, che merita una tappa, la sua fortuna continuò a crescere in modo esponenziale. L’arrivo dei turisti portò alla costruzione di sempre più hotel e casinò che contraddistinguono Sin City, la città del peccato, dove tutto è permesso.

riproduzione di nave vichinga che naviga in norvegia
riproduzione di nave vichinga che naviga in norvegia

Il ricco deserto dei Parchi americani

riproduzione di nave vichinga che naviga in norvegia

Sebbene il territorio del Nevada prima e dello Utah e dell’Arizona dopo non presentino grandi attrattive dal punto di vista architettonico, ciò che offrono in termini di paesaggi è straordinariamente sorprendente.

Una terra arida che mette in mostra tutta la sua inaspettata meraviglia fatta di foreste, veri e propri labirinti scavati nella pietra, con quelle rocce alte e dall’inconfondibile colore rosso-arancio che creano un paesaggio unico al mondo.

Ed è proprio nel Zion National Park, nello Utah, che la natura ha scavato uno dei canyon più straordinari con valli e boschi posti ai piedi di imponenti rocce.

Non a caso fra i parchi di questo stato è qui che gli escursionisti e gli scalatori trovano la loro meta ideale.

E sono probabilmente gli stessi che ne apprezzano la parte migliore, poiché incuranti della fatica arrivano in quei punti di osservazione difficili da raggiungere che sfuggono al turismo mordi e fuggi.

Punto dal quale si effettuano più scatti nello Zion National Park è dall’alto dell’Angels Landing, non la più faticosa fra tutte le cime del parco, ma senz’altro la più mozzafiato.

Famoso in tutto il mondo: il Grand Canyon

Il Grand Canyon non ha bisogno di presentazioni. Scavato dall’azione del Colorado le misura di questa impressionante formazione sono davvero considerevoli.

La sua lunghezza è di 16 chilometri e il punto più profondo sfiora i due chilometri. Una storia lunga milioni di anni come testimoniano gli strati di roccia che compongono uno spettacolo più unico che raro.

Sebbene la formazione sia unica, il Grand Canyon si divide generalmente in tre grandi aree: il South e il North Rim gestiti dal National Park Service, ossia dal governo americano, e il West Rim, che invece si trova all’interno della riserva degli Hualapai e sono perciò loro a gestirne l’accesso.

I turisti dedicano al massimo una giornata alla visita del Grand Canyon malgrado la sua vastità e non tutti ammirano quelle parti più nascoste e sconosciute e perciò più incontaminate e stupefacenti come il panoramico Toroweap Point le bellissime cascate Havasu Falls che si trovano all’interno della riserva degli indiani Havasupai.

Un’esperienza assolutamente da provare nel momento in cui si va al Grand Canyon è il tour in elicottero dal quale ammirare la vastità e le bellezze di questo immenso spettacolo naturale.

Articoli correlati

Egitto – viaggio nella storia

Egitto – viaggio nella storia

Leggende, storie antiche e affascinanti, bellezze naturali, un deserto sconfinato e la più bella barriera corallina del mondo. Siamo in Egitto, nella terra che congiunge l'Africa all'Asia e che da entrambe ha ereditato misteri e sacralità, cultura e fascino, avventura...

leggi tutto
Perù: fra tradizione e luoghi magici

Perù: fra tradizione e luoghi magici

Tutto ciò di cui avete bisogno per un viaggio in Perù è la curiosità. Questo Paese infatti ha una ricca e avventurosa storia da offrire. È una terra fatta di culture diverse e tradizioni, di riserve naturali e lingue autoctone, di tesori del patrimonio mondiale e di...

leggi tutto
Viaggio nei Fiordi Norvegesi

Viaggio nei Fiordi Norvegesi

In Norvegia ci sono più di 1.000 fiordi molti dei quali circumnavigati frequentemente da navi da crociera. Per tale motivo, non sorprende che i turisti si chiedano che cosa siano, perché meritano una visita e quali eventualmente scegliere. Le risposte in tal senso non...

leggi tutto

Scarica la nuova App OffriViaggi

Clicca sul qr-code o inquadralo con la fotocamera del tuo cellulare.